Polizze CAR e EAR

La polizza C.A.R.(Contractor’s All Risks) e E.A.R.( Erection All Risks) sono assicurazioni “All Risk”. Sai cosa significa? Con questo termine si intende la copertura assicurativa che copre tutti i rischi, anche quelli non espressamente citati nel contratto di assicurazione.

Entrambe le garanzie quindi assicurano il rimborso per i danni provocati da qualunque causa che non sia, a chiare lettere, esclusa dal contratto. Ma chi sono i soggetti tutelati da queste polizze? Ecco qualche informazione utile.

La Polizza C.A.R.

Questa assicurazione garantisce l’appaltatore o il committente per la costruzione, ad esempio, di un’opera di ingegneria civile. In altre parole è una garanzia che tutela le imprese di costruzione da eventi atmosferici e naturali, socio politici, incendio, furto e ancora da incidenti di cantiere, errori di calcolo e progettazione.

Sono compresi anche i danni causati a terzi durante l’esecuzione dei lavori. Viene applicata nelle opere di ingegneria civile come gallerie, fabbricati civili, scuole, ospedali, ponti, viadotti. Negli appalti pubblici è richiesta obbligatoriamente all’azienda aggiudicataria dell’appalto per adempire alle coperture previste dall'art. 30 comma 3 della Legge 109/94 e s.m.i.

 Negli appalti privati la polizza C.A.R. sta trovando una maggiore diffusione. Sono sempre più numerosi gli appaltatori o committenti che usano quest’assicurazione nei contratti tra privati. E’ considerata una copertura assicurativa fondamentale per tutte quelle aziende che vogliono proteggere i loro interessi dai numerosi rischi che possono accadere in un cantiere edile.

 

La Polizza E.A.R.

Questa garanzia copre tutti i rischi che possono scaturire dal montaggio di impianto o di una macchina industriale. L’ E. A. R. garantisce all’assicurato il risarcimento dei costi di riparazione o di sostituzione dei beni danneggiati durante il montaggio ed inoltre, fattore non trascurabile, lo protegge da eventuali responsabilità civili in caso di danni a terzi avvenuti durante l’attività di montaggio.

Gli impianti che possono essere assicurati sono molti, ecco alcuni esempi: impianti siderurgici, chimici, farmaceutici, macchine motrici, impianti elettrici, centrali elettriche, oleodotti, gasdotti. Le polizze C.A.R. e E.A.R. coinvolgono due figure: il contraente e l’assicurato. - il contraente è colui che stipula la garanzia.

E come da consuetudine paga un premio all’agenzia assicurativa per l’espletamento del servizio, i costi per accendere la polizza, di norma non sono molto elevati. - l’assicurato è colui che beneficia della copertura ossia l’appaltatore, un consorzio di imprese o il committente stesso.

Per evitare brutte sorprese ti consiglio di visionare attentamente tutti i danni coperti dalla polizza e valutare quelli che eventualmente richiedono una clausola estensiva per essere coperti.